Registrati per un webinar gratuito

Conto di trading professionale

Broker pluripremiato

Pronto per iniziare?

I nostri prodotti, le vostre regole

Forex

Fai trading su oltre 40 rapporti di cambio con spread da 0.7 su EURUSD

Commodities

Accedi ai tuoi metalli preziosi preferiti con l'esecuzione STP

Criptovalute

Entra a far parte del fenomeno globale con la nostra gamma di criptovalute

La piattaforma originale

I principali prezzi di mercato con Premium MT4 Trading

  • Scegli fra oltre 50 indicatori integrati 
  • Trading su mobile, tablet e desktop
  • Programma il tuo Expert Advisor personale
  • Implementa la tua strategia di trading personale 
  • Goditi una interfaccia facile da usare  

 

Leggi di più

Mai perdere un'opportunità

Analisi di mercato

Record di posizioni long sull’euro per gli asset manager

L’euro è rimasto invariato a 1,1296 (+0.02%%) rispetto al dollaro lo scorso 15 febbraio, al termine di una settimana che ha visto nuove tensioni sui mercati azionari internazionali, legati soprattutto a dati macroeconomici non positivi relativi sia all’economia dell’eurozona che a quella americana, allo shoutdown del settore pubblico negli Stati Uniti e alle incognite legate ai risultati dei negoziati tra Cina e Stati Uniti sulla questione della guerra commerciale.
Il Consiglio direttivo della BCE ha dichiarato concluso il programma di alleggerimento quantitativo, a partire dallo scorso gennaio. L’indice CPI dell’Eurozona è cresciuto del +1,4% a gennaio, dal precedente +1,6%, mentre l’inflazione core è salita al +1,1%, dal precedente +1,0%. L’inflazione si conferma quindi al di sotto della soglia obiettivo del +2,0% indicata da Francoforte. Il Governatore Draghi ha dichiarato che la banca centrale proseguirà la sua politica monetaria espansiva attraverso il reinvestimento degli utili derivanti dai titoli di Stato acquistati e che sui tempi di rialzo dei tassi ci potrebbero essere degli slittamenti rispetto al periodo indicato dell’estate 2019, se le prospettive di inflazione dovessero essere riviste al ribasso. La politica monetaria della BCE rimane così strettamente legata ai dati e pertanto in caso di un calo della liquidità o di un peggioramento dell’outlook dell’inflazione vi potrebbe essere “un aggiustamento del percorso previsto per l’aumento dei tassi”, come dichiarato dallo stesso Draghi.
La Federal Reserve ha aumentato i tassi di interesse di 25 basis points durante la riunione del FOMC del 19 dicembre scorso e, almeno secondo le dichiarazioni di alcuni esponenti, per quest’anno ci dovrebbe essere al massimo un aumento. Dopo la pubblicazione degli ultimi dati macroeconomici, che hanno mostrato una contrazione delle vendite al dettaglio e un mercato del lavoro che comincia a mostrare qualche segnale di rallentamento, e il tasso di inflazione sceso al +1,6%, al di sotto della soglia obiettivo del 2,0%, la stance monetaria della Fed potrebbe diventare più dovish.
L’ultimo rapporto COT su Euro FX, pubblicato dalla Chicago Mercantile Exchange e riferito alle posizioni Futures Only pubblicato il 22 gennaio, mostra come i levereged funds hanno diminuito le loro posizioni lunghe sull’euro, mentre gli asset manager hanno raggiunto il massimo storico nelle loro posizioni long. Secondo gli ultimi dati, i levereged funds hanno diminuito le loro posizioni long di -4,187 unità a 27,903 complessive e hanno leggermente aumentato le loro posizioni short di +832 unità a 112,808 complessive, mantenendo la differenza tra posizioni lunghe e corte sotto la soglia delle 100.000 unità e suggerendo così di scommettere su un deprezzamento a breve termine dell’euro nei confronti del dollaro. I dealers hanno leggermente aumentato le loro posizioni long di +456 unità a 39,231 complessive e hanno diminuito le loro posizioni short di -1,895 unità a137,923 complessive. Infine, gli asset manager hanno aumentato a 310,543 unità le posizioni long (+3,024), portandole al massimo storico dal 2009, e aumentato a 162,743 unità anche le posizioni short (+1,239).
 
Read More

Calendario economico

Negozia con fiducia

BP Prime è stato fondato nel 2013 come Black Pearl Securities Limited con l'obiettivo di trasformare il trading online, creando una esperienza da leader mondiale nella quale i nostri clienti possano aver fiducia. Abbiamo il nostro quartier generale a Londra, con uffici operativi in Cina.

La società ha una base di clienti in tutta Europa, Asia e Sud America, e offre la sua esperienza e i suoi sistemi avanzati sia ai clienti retail che a quelli istituzionali.

  • Broker regolamentato e di fiducia
  • Supporto dedicato ai clienti 24/6
  • Spread e commissioni competitivi
  • Non-dealing desk
  • Esecuzione veloce e bassa latenza

Per saperne di più sui mercati

Trova i tuoi limiti di trading con le nostre risorse educative

Webinar

Come parte del nostro programma educativo completo, offriamo webinar gratuiti presentati da professionisti forex altamente qualificati che offrono webinar interattivi gratuiti disponibili per chiunque nel mondo.

Corsi educativi

Porta la tua conoscenza più avanti con la nostra scelta di corsi finanziari accreditati, sostenuti dal governo britannico e riconosciuti internazionalmente.

Un broker sul quale puoi contare

Un broker regolamentato e di fiducia

No dealing desk

Supporto dedicato ai clienti 24 ore al giorno, tutti i giorni